Ultime segnalazioni

Sei la mia verità


Autore: Miriam Tocci

Genere: Romanzi Rosa

20 Giugno

L’incontro tra due anime sensibili, innamorate dell’arte e dei piaceri semplici della vita, è una scintilla che può accendere il fuoco di un sentimento travolgente. Ma se su questo destino pendesse il peso di un segreto e della menzogna? Mia Galanti e Jerome Chevallier sono intrappolati in questa delicata situazione. Lei, giovane architetto di grande talento, sta iniziando a convincersi anche delle proprie qualità umane, dopo tanti anni trascorsi a negare le emozioni. Lui, presidente della multinazionale per cui Mia lavora, vive ai margini di se stesso, appartato in una baita sulle Alpi francesi, schiacciato dal passato e dalla mancanza di affetto in una famiglia dove l’unico interesse è la ricchezza.

Ma il rifugio di montagna deve essere ristrutturato, e il delicato incarico viene affidato a Mia. Jerome, che nessuno dei suoi dipendenti ha mai visto, continua a soffocare il proprio male interiore indossando la maschera di Jerry, il burbero custode. La passione che inevitabilmente si accende, e che rischia di trasformarsi in un’eccezionale storia d’amore, dovrà sconfiggere il dolore della menzogna con la gioia luminosa della verità.


Buon afoso pomeriggio ragazze! Oggi, sulle note di “Combinazioni” di Paola Turci, vi parlo con grande entusiasmo di “Sei la mia verità” Di Miriam Tocci, autrice di casa nostra, a me sconosciuta ma una piacevolissima scoperta, edito da Amazon Publishing.
Il libro ci narra di Jerome e Mia, due personaggi forti, determinati, malinconici e profondamente tormentati dalle vicende passate, che hanno caratterizzato le loro famiglie e cambiato il loro animo. In loro, dietro quella corazza e quelle maschere che faranno vicendevolmente cadere, si nasconde una passione per l'arte, una voglia di vivere appieno i sentimenti, una sensibilità che li rende anime affini. Li ho adorati, ve lo dico subito! Così come mi è piaciuta tanto la figura di Filippo, personaggio centrale in tutti i sensi, determinante per Mia e Jerome e fulcro della storia complessa e ben scritta dalla nostra Miriam. Filippo, amico d'infanzia e collaboratore di Jerome (a capo dell'azienda di famiglia), presenza costante nella sua vita e poi anche in quella di Mia come collega e amico (Mia è architetto nell'azienda di Jerome Chevallier), è una persona socievole, onesta, di grande spessore e umanità. Sarà solo questo o nasconde
qualcosa di grosso? A voi scoprirlo! La storia è ben costruita, non farete fatica ad appassionarvi e divorare ogni pagina, grazie anche ai dettagli che rendono la narrazione realistica. Devo dire la verità, in alcuni momenti mi sembrava di essere con Filippo in ufficio, alle spalle di Mia mentre dipingeva, e guardavo Jerome mentre faceva volare il suo falco sulle montagne francesi. Ho apprezzato il fatto che la storia si svolga tra Italia e Francia, la rende più vicina alla mia immaginazione. Un plauso va al personaggio della zia Antoinette, presente nel libro attraverso i ricordi e i racconti di Jerome, e ai vari riferimenti di chi l'aveva conosciuta ,essendo già ad inizio narrazione scomparsa, facendo provare a Jerome un intenso dolore, in quanto lui l'aveva sempre considerata una madre a differenza di Erica, quella vera. Leggendo le pagine scritte dall'autrice capiremo cosa c'è dietro la mia affermazione e perchè lui odi profondamente suo padre Gabriel. Tra vicende più o meno romantiche, intrighi aziendali, storie di famiglia e di amicizia, ho potuto apprezzare lo stile ricco e scorrevole della Tocci, la sua fantasia, la sua vena romantica e malinconica, il suo modo di descrivere personaggi e situazioni. Mi sono immedesimata nei sentimenti di Mia e Jerome e sentita coinvolta quando si parlava di sfiducia e paura d'amare. Chi di noi non le ha mai provate? Eppure, quando incontri una persona con la quale la chimica scatta fin da subito, inizi a ricrederti, a pensare che puoi andare oltre, così come è successo ai nostri beniamini, sebbene per arrivare a comprendere che l'amore li aveva travolti e che per poterlo vivere dovevano lasciar cadere l'ultima barriera ci è voluto un po'. Ma ne è valsa la pena! Alla fine questa non è solo una storia d'amore, ma anche di perdono, di seconde possibilità, di calore familiare che nonostante tutto ritorna.
E' un libro che vi consiglio di leggere e lasciarvi trasportare, vi emozionerete, vi intristirete, vi farà sorridere in alcuni momenti e arrabbiarvi in altri. Ma del resto, non è così anche la vita? Alla prossima, Miriam!


Voto libro - 4 bellissimo





Nessun commento:

Posta un commento