Ultime segnalazioni

The gift






Genere: Thriller

Autore: Rebecca Daniels

Katie Corfield ha un dono: riesce a entrare nella mente delle persone in coma, a guidarle in sogno e infine a riportarle in vita. Con l’aiuto di Matt O’Brien, suo amico e assistente, è riuscita a salvare molte persone. La fama è però un’arma a doppio taglio e Katie lo scopre sulla sua pelle quando viene rapita dal boss Alexander Mancini. L’uomo, incurante delle guerre tra clan che stanno dividendo Boston, ha il solo obiettivo di salvare il figlio Daniel, caduto in coma dopo un tentato omicidio. Mentre Katie è costretta a intervenire da sola in una situazione in cui fallire equivale a morire, Matt cercherà in tutti i modi di raggiungerla nel disperato tentativo di salvarle la vita.


Rischiando di perdere se stessa nei violenti ricordi di Daniel Mancini, Katie scoprirà che l’aggressore del giovane è molto più vicino di quanto creda.





Buongiorno lettori, 
oggi siamo lieti di aprire il blog tour dedicato a questo thriller paranormale, che vi invito a leggere sin da subito. Intanto vi lascio l'incipit del romanzo, per cercare di incuriosirvi. 



Incipit

 «Ancora non mi è ben chiaro perché tu sia in macchina con me.» La ragazza alla guida teneva gli occhi sulla strada. I contorni del bosco sfrecciavano indistinti alla loro sinistra, mentre dall’altro lato della carreggiata si intuivano appena i contorni delle abitazioni. Le uniche luci erano quelle dell’auto. «Non fraintendermi. So che siamo amiche e tutto il resto, solo che non ricordo dove dobbiamo andare.» Katie le rivolse un sorriso rassicurante. «Non preoccuparti, non mi sono offesa. Stiamo andando alla festa di Rick.» «No, la festa di Rick c’è già stata.» «Ne sei proprio sicura? Se è già passata raccontami come è andata.» La giovane si fece pensierosa e si portò una mano alla fronte. Era un gesto che stava ripetendo parecchio, soprattutto negli ultimi minuti di un viaggio che stava andando avanti da molto tempo. Procedevano sulla S Border Rd da almeno mezz’ora, probabilmente di più, e il paesaggio non era mai cambiato: boschi da un lato e case apparentemente disabitate dall’altro. Non avevano incontrato nessun altro veicolo. Era in casi come quelli che il compito di Katie era più facile, quando era chiaro che non si trovava in un luogo reale, nonostante le sue percezioni tentassero di ingannarla. «Non ce la faccio», ammise infine l’altra, scuotendo la testa. «Credo ci sia qualcosa che non va in me. Forse sto per sentirmi male. Non riesco a ricordare molte cose.» «Il tuo nome lo ricordi?» «Julie Camp», ribatté l’altra, sicura. 7 «Ottimo lavoro, Katie. Cominciamo a fare progressi.» Zitto, Matt. Non mi distrarre. «E come ti senti, Julie?» «Non lo so.» La ragazza strinse le mani sul volante. I capelli che fino a pochi attimi prima erano tenuti in una coda ordinata ora erano sciolti in una sorta di criniera bionda. Il trucco c’era ancora, ma adesso era rovinato come se Julie non se lo fosse tolto prima di andare a dormire. Gli occhi erano spiritati. La giovane di diciotto anni dall’aspetto sbarazzino e dal perenne sorriso sul volto era stata sostituita da una versione alternativa di se stessa in pochi attimi. Prima di continuare a parlare si riportò una mano alla fronte. «Nervosa, credo. Ma non so perché. Stiamo andando alla festa, perché dovrei essere nervosa? E poi mi sento confusa.» «Hai detto che la festa c’è già stata, magari è per quello che sei confusa.» Finalmente Julie si voltò a guardarla. «Forse mi sono soltanto sbagliata. Forse ricordavo male, come tutto il resto.» Katie annuì, comprensiva. Non occorreva forzare la mano. Bisognava andarci piano. Anche se cominciava ad avere anche l’apprensione di non arrivare alla festa in tempo. Se non si fosse sbrigata, si sarebbe persa l’apertura dei regali e non era qualcosa a cui era disposta a rinunciare. Aveva risparmiato un mese per trovare il regalo giusto per Rick, quel guantone con dedica personalizzata firmata da Joe Kelly… «Katie, resta con noi. E poi non sei mai stata una tifosa dei Red Sox. L’ultima volta che ho provato a portarti allo stadio hai usato la scusa della febbre.» «Dov’è il regalo per Rick?» domandò Katie, scuotendo il capo. «Avrei scommesso che fosse proprio… lì dove sei tu. È tutto sbagliato.» «Stai parlando di questo?» Katie sollevò il pacchetto da sotto il sedile. La scatola in origine doveva essere stata azzurra, ma ora era annerita dal fumo e tutta schiacciata. Un bordo del guantone da baseball spuntava da un angolo. «Sì, ma…» Julie sembrava sull’orlo delle lacrime. «Katie, tu sei mia amica, vero?» 8 «Certo.» «E allora mi spieghi cosa sta accadendo? Ho una gran confusione nella testa. E peggiora a ogni minuto.» Katie lo avrebbe fatto volentieri, se fosse servito allo scopo. Ma già sapeva che non era così. Gettare la verità addosso alle persone come una secchiata d’acqua fredda otteneva solo l’effetto di farle ritirare. In quel caso, probabilmente avrebbero solo ricominciato il loro eterno viaggio sulla S Border Rd e in sostanza il lavoro fatto fino a quel momento sarebbe stato inutile. No, ora bisognava cominciare a operare con delicatezza. Era una chirurga della mente, come diceva sempre il professor Garcia. E doveva intervenire con la stessa precisione. «È quello che sto facendo, Julie. Parlami ancora della festa di Rick. A che ora doveva esserci?» «Alle dieci. Ma lo sai, il venerdì ho gli allenamenti di pallavolo fino alle dieci e mezza. È per questo che rischiamo di fare tardi.» Controllò l’orologio. «E infatti sono già le undici passate, vedi? Dovremmo sbrigarci.» Katie le mostrò di nuovo la scatola tutta ammaccata. «Avrai di sicuro già pensato a un modo per recuperare il regalo, allora.» «No, io… mi gira tutto. Forse dovrei fermarmi.» «No, tesoro, stiamo andando nella direzione giusta. Vedrai, ci siamo quasi. Cerca solo di resistere. Non pensare al regalo. Concentrati sulla festa. Chi sono gli altri invitati?» Julie parve rilassarsi. Quello era un pensiero che la faceva rientrare nella comfort zone. «Be’, da quello che so c’è mezza scuola. Delle mie amiche strette ci sono Margaret, Susan e Hannah.» Spalancò gli occhi, come se si fosse appena ricordata di qualcosa. «Vedi? Susan mi ha scritto. Dice che stanno per aprire i regali, ecco perché dobbiamo fare in fretta.» Katie decise di assecondare quel pensiero. «Altra ragione per non fermarsi.» Ora che le aveva nominate, le tre amiche di Julie risultavano più familiari. Margaret era una ragazza un po’ in carne con gli occhiali spessi e un visetto dolce che la faceva sembrare ancora più piccola dei suoi diciotto anni. Susan era asiatica e dal fisico slanciato. 9 Si allenava con la squadra di atletica, in effetti. Hannah aveva i capelli rossi e una tempesta di lentiggini sul naso e sulle guance. Aveva anche una cotta per Rick, ma non per questo c’era da avercela con lei, dopotutto ne avevano già parlato… «Io tifo per l’irlandese», commentò Matt. «Anzi, se vuoi indago. Magari è successo qualcosa tra lei e questo povero Rick.» Non mi sembra il momento di perdersi tra i gossip. «Come vuoi. Comunque sta cambiando qualcosa. State andando bene.» Quindi ci siamo quasi. «Sì, attenta al contraccolpo.» «Perché non riusciamo ad arrivare? Questa dannata strada sembra infinita!» «No, vedrai. Ci siamo quasi. Raccontami ancora di Rick. Cosa gli piace oltre al baseball?» «Adora il karaoke, anche se è stonatissimo. È riuscito a stonare su un pezzo di Johnny Cash.» «Gli piace Johnny Cash?» «A suo padre piacevano queste cose vecchie e così le ascolta anche lui. A me onestamente quella roba fa schifo. A proposito, vuoi che metta un po’ di musica?» «Sì, perché no?» La ragazza allungò la mano verso le manopole. Un attimo dopo, Million Reasons di Lady Gaga riempì l’abitacolo. Il viso di Julie si distese in un sorriso, ma solo per un momento. L’istante successivo si contrasse in una smorfia dubbiosa. Katie si sforzò di continuare a sorridere, anche se la paura del contraccolpo in arrivo continuava ad aumentare. «Che succede? Non ti piace?» «Al diavolo, spero proprio di no», borbottò Matt. «Cos’è questa schifezza commerciale? Meglio Johnny Cash.» «No, la canzone mi piace. È solo che ho una strana sensazione. Come se avessi già vissuto tutto questo. Mi sento ancora confusa.» «Come la festa di Rick che c’è già stata», rispose Katie, annuendo. Le sembrava di vedere una luce provenire dalla carreggiata opposta, il primo cambiamento reale all’esterno dell’auto da quan- 10 do quel viaggio infinito era cominciato. «Già, proprio così. Ma non è possibile. Voglio dire, siamo qui. Ci stiamo andando ora.» Julie scoppiò a ridere, una risata forzata che poco si abbinava alla canzone che continuava a uscire dagli altoparlanti. «Cioè, neanche io posso essere così in ritardo.» Katie cominciava a sentire puzza di bruciato. Abbassò lo sguardo e vide un filo di fumo che si sollevava dalla scatola di cartone. Lasciò cadere l’involucro a terra e continuò a tenere lo sguardo sulla luce in lontananza. Pareva non essersi avvicinata, ma ormai era questione di tempo. «Forse dovresti rispondere alla tua amica.» Julie lanciò un’occhiata al cellulare sul cruscotto, quindi si aggrappò con ancora più forza al volante. «Perché dovrei? Siamo quasi arrivate.» Perché alcune cose non si possono cambiare. «Già, ma attenta a come le rispondi. Da qui ci vuole un attimo per tornare al punto di partenza e ricominciare.» La voce di Matt si era fatta seria. «E qui cominciano a innervosirsi. Prova di nuovo con la storia del regalo. Secondo me è quello il chiodo su cui battere.» «Magari stanno aprendo i regali proprio in questo momento. La tua amica potrebbe aiutarti a guadagnare tempo, se glielo dici.» La canzone era terminata, ma era anche appena iniziata di nuovo. A quanto pareva, nella realtà non era mai andata oltre quel pezzo. E la luce dell’altro mezzo iniziava a farsi più vicina. Un chiarore troppo evidente in quel buio costante per poterlo ignorare. Eppure Julie pareva troppo presa dal suo dissidio interiore per considerarlo. «In realtà stavo pensando a un’altra cosa. E se stessi cercando di ingannarmi?» «Perché dovrei farlo?» «Non lo so. Non ho alcun ricordo di te, fuori da quest’auto. Non riesco a vederti all’interno della scuola. Come ti ho conosciuta? Sento che mi sei amica, ma potrebbe essere una suggestione. Magari mi sento così confusa perché mi hai ipnotizzato.» «E perché dovrei fare una cosa del genere?» «Non lo so, ma guardati. Sei più vecchia di noi. Che diavolo dovresti farci a una festa di liceali? Non ha alcun senso.» 11 «Neanche il fatto che Million Reasons potrebbe ripetersi per milioni di volte se non uscite da questo loop», commentò Matt. «Attenzione, siamo alla fase del rifiuto.» Pensi che non me ne sia accorta? «Ehi, sto solo facendo il mio lavoro.» Già, ma quella era la fase in cui Katie cominciava a innervosirsi. Un po’ c’era l’ansia per il contraccolpo, un po’ c’era la paura di perdere l’identità. E non aveva altro modo di sfogare la tensione che rispondere male al suo amico irlandese. In ogni caso bisognava riportare l’attenzione di Julie sulla realtà. «Quindi secondo te sono stata io a rovinare il tuo regalo?» «Magari sì. Magari ti piace Rick e vuoi togliermi di mezzo.» In altre circostanze, Katie avrebbe riso di quell’accusa. «E secondo te avrei ricorso all’ipnotismo per rubarti il ragazzo? Quando tra l’altro potrei stare già alla festa invece di trovarmi in macchina con l’invitato più in ritardo della compagnia? Mi dispiace, tesoro, ma la tua logica fa acqua da tutte le parti.» La puzza di bruciato ora era più intensa. Altri fili di fumo si sollevavano dal cruscotto, dal tappetino e dal sedile sotto di lei. A Katie sembrava anche di sentire un calore irradiarsi nell’abitacolo, mentre Lady Gaga continuava la sua performance eterna. Matt sbuffò nella sua mente. «Il lato positivo è che almeno non rischi più di perderti.» Certo, sempre se non ricominciamo da capo la visione. «E allora perché sei qui?» «Perché sono tua amica», rispose Katie, addolcendo il tono. «E perché voglio aiutarti. Dobbiamo arrivare a quella festa. Ma prima di farlo dovresti rispondere alla tua amica. Magari fai ancora in tempo a impedire che aprano i regali.» Julie finalmente staccò gli occhi dalla strada per posarli nei suoi. C’era un alone di tristezza in essi e Katie annuì, riconoscendovi la consapevolezza di ciò che sarebbe avvenuto. La fase del rifiuto stava passando. Ora arrivava quella dell’accettazione. «La festa c’è già stata, vero?» Katie si lasciò andare a un sospiro. Non era pronta per ciò che sarebbe avvenuto. Era impossibile esserlo, anche dopo tante esperienze 12 simili. «Avvertiamo la tua amica. Dopo penseremo alla festa.» «Mi dai la mano?» domandò Julie. Katie annuì e prese le dita della ragazza. Erano fredde, a differenza della temperatura all’interno dell’abitacolo, che continuava a salire. Con la mano libera, Julie afferrò il telefono e si lasciò scappare un singhiozzo. «Non sono sicura di volerlo fare.» «Lo hai già fatto, tesoro.» «Okay, tieniti forte, Katie.» Sto per fare un frontale con un minivan, Matt. Sai cosa si prova? «A dire il vero… sì, ma non è il caso di riparlarne ora, non trovi?» «Va bene», disse Julie. Ora stava piangendo, le lacrime le scavano due solchi sulle guance annerite dal fumo. «Va bene, mando un messaggio a Susan.» Appena preso il cellulare, le luci del veicolo nell’altro senso si fecero vicine, come se l’autista avesse fatto un salto in avanti di diverse centinaia di metri. «Oddio, ci siamo», disse Julie. Stava tenendo lo sguardo fisso sul telefono, forse per evitare di guardare in avanti o forse perché semplicemente era già successo così. Katie le strinse forte la mano. Quello era il momento più importante, non poteva lasciarla andare. «Sì, ci siamo. Ma ti aiuterò io. Questa volta non sei sola.» Alzò lo sguardo, giusto per incontrare quello dell’autista dall’altra parte. Inviando il messaggio, Julie aveva perso di vista la strada e aveva invaso la carreggiata nel senso opposto. Il tizio alla guida del minivan era reduce da un turno lavorativo di quasi dodici ore e stava lottando contro i colpi di sonno da quando si era messo al volante. Questo era ciò che Katie sapeva razionalmente, ma vedere il cofano farsi sempre più vicino, quasi al rallentatore, era tutto un altro paio di maniche. Notò chiaramente l’espressione assonnata dell’uomo che da un momento all’altro sgranava gli occhi per la paura. Da ciò che avevano detto agli inquirenti, se non ci fosse stato quell’attimo di lucidità Julie sarebbe morta sul colpo. Invece l’autista era riuscito a sterzare il minimo sufficiente a ridurre le conseguenze dell’impatto. 13 Impatto che ormai era imminente. Le dita di Julie la stringevano in una morsa, ma Katie le sentiva appena. Così come sentiva nella mente la voce di Matt che continuava a parlarle – forza così, non mollare proprio ora, ci siamo. La ragazza è tua, portala fuori – sovrastata dal battito del suo cuore. Persino Lady Gaga era sparita una volta per tutte. «Perché mi stai facendo questo?» domandò Julie. Ma non c’era tempo per rispondere. Il muso del minivan colpì l’utilitaria di Julie dalla parte dell’autista e Katie si trovò catapultata in avanti, mentre la ragazza al suo fianco gridava riuscendo a superare il rumore di ferraglia che si ripiegava su se stessa. Riuscì a registrare il viso contratto dell’uomo alla guida – che, ricordava dai registri, aveva riportato solo qualche ferita al volto quando aveva sbattuto contro il volante – e il cappello che gli cadeva dalla testa mentre si tirava indietro di scatto, come se così facendo avesse potuto evitare l’incidente. Quindi il mondo si capovolse, in un turbine di colori, suoni e follia. L’unica cosa a restare salda fu la presa di Julie. Un attimo dopo anche il dolore alla mano era secondario rispetto a tutto il resto. Un braccio era insensibile e l’altro doveva essere fratturato. Le gambe le bruciavano, ma non riusciva a muoverle. Katie aprì la bocca per urlare anche lei, ma scoprì di non poter più prendere aria. Qualcosa era premuto contro il suo petto, schiacciandole i polmoni. «Non sta accadendo davvero», le ricordò Matt. «È solo un brutto sogno. E quando ti sveglierai sentirai un buon aroma di caffè. Vedrai, starai così bene che potrai venire con me alla partita dei Red Sox.» Mai la voce dell’amico le era sembrata tanto soave. Ripeté a se stessa che quella era reale e non la sofferenza che la stava torturando. Da qualche parte intorno a lei, Julie si stava lamentando appena. Non sta accadendo davvero, pensò. Si guardò intorno e si trovò circondata dal buio. Il silenzio era assordante, persino Matt taceva ora. Il dolore si stava attenuando quando una luce prese a pulsare sopra di lei. Avvertì la stretta alla mano farsi più reale – le dita non più lisce come quella di una ragazza di diciotto anni, ma ruvide e massicce – mentre la voce di 14 Julie la chiamava in lontananza. «Katie, ci sei ancora?» «Sì, Julie, non ti ho lasciata sola.» «Katie…»...


Curiosi? Allora seguite il blog tour, in più c'è anche un bellissimo giveaway per provare a vincere una copia digitale di questo favoloso romanzo.








Mia


Autrice: Daniela Ruggero

Genere: Romance

L'amore che unisce Mia e Dave è intenso quanto la loro giovane età. Nonostante lui debba partire per frequentare la London School of Economics, decidono di proseguire la loro relazione a dispetto della distanza che li separerà. Josh è il cugino di Dave, dopo aver conseguito la laurea si trasferisce in Italia per mantenere fede alla promessa fatta alla madre sul letto di morte. Le loro vite si intrecceranno in modo inaspettato. Mia assaporerà il gusto amaro delle lacrime, del tradimento e del rimorso. Imparerà a sue spese quanto possa essere profondo l'abisso del dolore e come rinascere e cambiare pelle sia l'unica via per onorare la vita.

Buonasera ragazze!
Questa volta ho letto per voi “Mia” di Daniela Ruggero, autrice a me sconosciuta prima d'ora ma molto promettente.
In questo romanzo i protagonisti sono Mia, Dave e Josh. Voi direte: “Vabbè ma è il solito triangolo!”, e invece no. E' un quadrato. A loro si aggiunge Sabina, migliore amica di Mia.
Mia sta con Dave, il suo primo ragazzo, primo amore, prima volta, sebbene la sua amica Sabina non sia proprio entusiasta di questa unione e... indovinate perchè? Lei avrebbe voluto per sé Dave, il ragazzo più bello, popolare e ricco della scuola; questo però Mia lo scoprirà a libro inoltrato, quando tante cose saranno ormai diverse. Inizialmente avevo apprezzato molto sia Dave che Sabina e non mi convinceva pienamente Josh, il cugino di Dave arrivato da Londra per lavorare nell'azienda di famiglia il cui capo è il padre di Dave, ma poi andando avanti tutto si è capovolto.
Questo libro alterna molti momenti di tenerezza con momenti duri, dolorosi, è molto ricco di avvenimenti ben raccontati con una scrittura fluida e piacevole, che fa sì che l'attenzione sia sempre viva pagina dopo pagina.
Particolarmente dolce e decisa, una mamma ideale è Gabrielle, madre di Mia, anch'ella co-protagonista della storia, che sarà fondamentale per Mia nell'affrontare e superare numerose prove che la vita le riserverà. Il padre di Mia invece non vive con loro, lui e Gabrielle si sono separati a causa di un'altra donna e Mia non lo ha mai perdonato per questo. Non vi ho ancora parlato di Josh ma si sa, il meglio arriva sempre dopo!
Josh è il ragazzo più grande, bello e affascinante, dai modi suadenti e lo sguardo misterioso che colpisce Mia fin da subito sebbene lei stia con Dave, e viene puntato anche da Sabina, con scarsi risultati perchè lui si innamora di Mia appena la vede. Anche questo inasprirà Sabina, l'essere l'eterna seconda. Apparentemente si comporterà da grande amica di Mia, ma tramerà alle sue spalle in un modo che non possiamo immaginare e che ci verrà svelato verso la fine del libro, e lì devo dire che sono rimasta sconcertata: ciò che orchestrerà a danno di Mia è inconcepibile per una ragazza di neanche vent'anni, oltre che grave e dalle conseguenze catastrofiche per l'animo di Mia. Josh colmerà Mia di attenzioni fin da subito, creerà con lei un'alchimia particolare che diventerà amore vero dopo che lei lascerà Dave scoprendolo con un'altra. Il tradimento di Dave non mi ha stupito particolarmente, a un certo punto della storia avevo capito che il ragazzo perfetto nascondeva una supponenza, una leggerezza, una pochezza d'animo che invece Josh conosceva benissimo, ma che non ha mai davvero sfruttato per soffiargli Mia; Josh si è rivelato onesto, leale e profondamente rispettoso dei sentimenti della ragazza, che si struggeva per Dave nonostante il tradimento. Purtroppo dopo un certo periodo di felicità la loro storia sarà messa a dura prova da una serie di vicende che non voglio rivelarvi perchè sono il fulcro di tutto ciò che ci porterà a capire il perchè di alcune situazioni. Vi chiederete: ce la faranno Mia e Josh a superare gli ostacoli sul loro cammino e vivere felici? Eh, non proprio.... In un modo inaspettato e di grande pathos Josh dimostrerà a Mia che è la persona più importante, l'amore della sua vita ma sarà troppo tardi. No, non è come pensate, la fine non è così scontata! Tutti i nodi verranno al pettine in un modo doloroso: Mia capirà chi è davvero Sabina, quanto falso è stato Dave e quanto lei ami Josh, solo dopo aver vissuto l'esperienza più drammatica.... Quale? Non vi dico neanche questo, sennò che gusto ci sarebbe a leggere il libro? Posso solo dirvi che Mia sperimenterà la forza del perdono, la forza che ti viene da dentro per continuare il tuo cammino anche quando apparentemente non hai una ragione valida per andare avanti, capirà cosa vuol dire amare qualcuno nonostante le apparenze gli siano contro.
La conclusione mi ha lasciato un senso di malinconia, per ciò che avrebbe potuto essere e non è stato, per ciò che ancora sarà nonostante il destino sembri avverso.... E una piccola, grande speranza: che la vita ti ricompensi in modi inaspettati, dopo averti tolto tanto.
Complimenti davvero all'autrice, per aver creato una storia ricca di emozioni con personaggi ben costruiti; a voi che lo leggerete invece dico: godetevi questa lettura!

Monica

Voto storia - 3 e mezzo, Stupendo





Sopra le nuvole


Autore: Emma Lu Griffin

Genere: Romance

È allegra, spiritosa, testarda e romantica, ma Lucy è soprattutto innamorata di un sogno. Figlia unica e cresciuta in una tranquilla cittadina della periferia italiana, è la ragazza del gruppo di amici che si laurea a pieni voti, ha un lavoro e un bellissimo ragazzo che la adora.

Ciò che renderebbe felice molte altre sue coetanee, per lei non è abbastanza e decide di lasciare tutto alle sue spalle per fuggire negli Stati Uniti a cercare il suo Principe Azzurro, un famoso ed eccentrico cantante rock, a cui si sente legata da sempre da un filo invisibile. Non osa rivelare a nessuno la vera motivazione della sua partenza, perché lei stessa si rende conto che il suo è un sogno adolescenziale. Ma questo sogno è talmente forte, e si insinua in modo così profondo nella sua vita, che a volte fatica a riconoscere la realtà dalla fantasia. La sera in cui, grazie all’aiuto di un amico, riesce a intrufolarsi nel camerino del suo idolo per dichiarargli il suo amore, il suo sogno romantico è annientato all’istante dalla cruda realtà. Sbronzo e sotto l’effetto di droghe, Martin la deride e manifesta apertamente il disprezzo nei suoi confronti. Delusa e disillusa Lucy sopravvive alla tristezza viscerale delle settimane successive, finché un giorno le loro vite si incrociano di nuovo... Ma lui non potrebbe essere davvero l’uomo meraviglioso che aveva da sempre sognato?


L'autore

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all’Università di Udine, trascorre le sue giornate in ufficio e le sue notti tra libri e sogni. Leggere, scrivere e viaggiare sono le sue passioni più grandi, che permettono alla sua mente di essere sempre a migliaia di chilometri di distanza dal corpo. Scrive d'amore e di passione ma anche di odio e di paura: mondi e sentimenti all’apparenza contrastanti ma che, nella sua mente, sono accomunati dalla violenza delle emozioni che sono in grado di suscitare. Dell’autrice sono stati da poco pubblicati anche alcuni racconti gialli nell’antologia (Wo)men in giallo - Brividi alla tastiera edito da Bertoni Editore e alcuni drabble nella raccolta Cento racconti in 100 parole, Vol. 2, antologia curata da Il Forum Letterario disponibile su Amazon. Pensieri e parole di Emma su: www.emmalugriffin.com




La bambina del mare


Genere: Giallo

Autore: Lucio Figini

Esistono silenzi che valgono più di mille parole, e David, educatore professionale di comprovata esperienza, lo sa bene. Quando sulla soglia della comunità socioeducativa per cui lavora fa capolino Ariel, una bambina abbandonata alla stazione di Sestri Levante, il suo unico obiettivo diventa restituirle un’identità e, con essa, la speranza di un futuro senza ombre. Improvvisandosi investigatore, si reca nel luogo del ritrovamento con un disegno di lei che indica una casa su un promontorio. Inizia le ricerche ma qualcuno sembra seguirlo fin da Pavia: un suo vaneggiamento oppure la verità su Ariel deve rimanere nascosta? Perché sente la necessità impellente di sapere cosa le è accaduto? Nel golfo della piccola “città dei due mari” scoprirà che esiste un filo sottile, invisibile ma resistente, a legarlo alla bambina del mare. Quando sedici anni dopo, Ariel, ormai adulta, metterà la propria sensibilità al servizio della polizia, collaborando come profiler in un caso di omicidio, il quadro potrà dirsi veramente completo ed entrambi troveranno la pace che cercavano.

 

Il gioco del ragno


Genere: Giallo

Autore: Donatella Perullo

Napoli, 14 febbraio 1998, una strage distrugge due famiglie innocenti. Unici superstiti un adolescente, Andrea Suarez, e il poliziotto che lo prenderà sotto la sua ala protettrice. Diciannove anni dopo, Andrea è diventato un tutore della legge, ma in lui permangono indelebili i segni del passato. Quando per risolvere un caso delicato gli viene affiancata il sovrintendente capo Mizar Sorrento, deve fare buon viso a cattivo gioco, ignorando altresì il segreto che la giovane nasconde. L’incarico affidato ai due poliziotti non sembra difficile – in un grande hotel di Napoli c’è qualcuno che ricatta clienti facoltosi dopo aver rubato loro immagini compromettenti – ma la sua rapida risoluzione apre uno scenario inatteso e ben più grave: in gioco, adesso, c’è la vita di una bambina. Per Mizar e Andrea, coadiuvati dagli uomini dell’Eremo, il reparto speciale guidato da Suarez, è l’inizio di un’indagine al cardiopalma, una corsa contro il tempo per salvare una vita innocente e riscattarsi, una volta per tutte, da un passato che torna a imporsi prepotentemente nelle loro vite.


La notte del santo


Genere: Giallo

Autore: Remo Bassini

Notte tra il 23 e il 24 giugno. Mentre Torino dorme, in attesa di festeggiare il santo patrono, il commissario Dallavita sta prendendo una decisione difficile: lasciare la moglie e la casa di una vita. La stessa notte, vengono trovati due studenti universitari con la gola tagliata e la bocca chiusa. Il giorno dopo e in quelli successivi, altri cadaveri ancora, tutti sgozzati, quasi decapitati. Si tratta di esecuzioni di una setta legata a un culto deviato di san Giovanni Battista, o piuttosto di una cellula terrorista? La polizia brancola nel buio. Dallavita, stanco e depresso, preferisce farsi da parte; meglio di lui saprà fare l’ispettore Tavoletti, poliziotto della vecchia guardia, uno che ‘sputa le parole’, dotato di un istinto infallibile. Ma il caso è un rompicapo, da solo non può farcela. E così, invece di rimettere assieme i cocci della propria esistenza, l’ispettore Dallavita dovrà andare a fondo in un’indagine che lo condurrà a scoprire la sottile linea che divide il bene dal male, il marcio dall’onestà. Perché anche lui, come tutti, ha un segreto da tenere nascosto...

Un’indagine serrata che farà luce negli abissi più profondi dell’animo umano. Abissi oscuri come la notte.

Delitto dietro le quinte


Genere: Giallo

Autore: Jonathan Arpetti 
Chiara Palmucci è una ragazza di grande talento: eccelle negli studi come nella danza. Trascorre le sue giornate tra lezioni, allenamenti, prove in teatro e qualche uscita con le amiche. A una settimana dal suo debutto nel Nabucco, attesa prima che inaugura il Macerata Opera Festival, il suo cadavere viene rinvenuto in un cassonetto della spazzatura. Ma chi avrebbe potuto volere la sua morte? A investigare sulla tragica fine di Chiara è il commissario Luca Bonaventura, uomo burbero e schivo, pronto a tutto per arrivare alla verità. Ad affiancarlo in questa intricata indagine c’è Francesca Gentilucci, ispettrice capo dal carattere riservato e con un misterioso passato alle spalle. I sospetti degli investigatori ricadono su alcuni uomini che gravitavano attorno a Chiara: l’ex fidanzato, un addetto alle luci del teatro e lo stesso regista dell’opera. Ma i conti non tornano... Nel mondo dell’arte, si sa, non tutto è come appare e il confine tra finzione e realtà è più sottile di quanto si possa immaginare...

Sospetti, indagini e colpi di scena a ritmo di una danza che condurrà a un’amara verità.

Infinito come il mare


Genere: Romanzo Rosa

Autore: Lena Manta 
 Con i suoi lunghi capelli neri e gli occhi luminosi e cangianti, a diciassette anni Clelia è il ritratto perfetto della sua bellissima madre, morta nel darla alla luce. Una perdita che il padre, facoltoso erede di una delle famiglie più illustri di Corfù, non è mai riuscito veramente a perdonarle. La bellezza e l’intelligenza fuori dal comune di Clelia colpiscono fin dal primo incontro il giovane Pavlos, pianista di talento, sensibile e appassionato, che si innamora perdutamente di lei. Ma nonostante la profonda comprensione che li lega, Clelia vede in lui solo un amico, quasi un fratello maggiore. Soprattutto da quando, in mezzo alla folla in processione nella città vecchia, ha incrociato lo sguardo ipnotico di Nikiforos, brillante avvocato appena arrivato a Corfù, che la seduce con il suo carisma e la sua irruenza. E mentre Pavlos parte per Parigi per dimenticare la donna che ama, Clelia scoprirà ben presto quali segreti nasconde l’oscuro fascino di Nikiforos…

Una grande saga familiare, un’isola meravigliosa e selvaggia, una storia d’amore struggente: il nuovo romanzo dell’autrice bestseller greca.


Salve Confine,
l’estate calda e afosa si fa sentire e, visto che la prospettiva del mare per me è ancora molto lontana, mi sono consolata con un buon libro ambientato nella selvaggia Corfù. “Infinito come il mare”, l’ultima creazione di Lena Manta edito dalla Giunti, è ambientato in queste terre affascinanti e ricche di storia, in cui il fato si diverte a giocare con la vita degli abitanti dell’isola. Accomodiamoci quindi sulla cima di uno scoglio, con la fantastica vista della distesa blu del mare per conoscere la storia di Clelia e della sua famiglia…
Clelia è considerata la ragazza più bella di Corfù. Appartenente ad una delle famiglie più facoltose dell’isola è orfana di madre, che morì dandola alla luce, ha vissuto gran parte della sua infanzia nel completo disinteresse del padre che la considerava la causa della morte dell’amatissima moglie. Allevata dalla nutrice Evienìa e dal marito Spiros come una figlia, Clelia crescendo diventa una bellissima donna che grazie alla sua vivacità, bellezza e intelligenza, colpisce sin da subito il fascinoso Pavlos.
Pavlos è un giovanotto con un talento per il piano fuori dal comune. Dolce, premuroso e sempre pronto a correre in aiuto di Clelia, si è innamorato nell’istante in cui il suo sguardo si è posato su di lei, ancora bambina. Crescendo i due giovani passano gran parte del loro tempo insieme, ma se questo non fa altro che rafforzare i sentimenti di Pavlos verso di lei, Clelia invece non vede in lui altro che un amico, un tenero fratello maggiore. A Pavlos non rimane altro che fuggire in Francia, approfittando dell’opportunità di poter studiare insieme a un famoso pianista, per stare lontano da lei e cercare di dimenticarla, disintossicarsi dalla sua ossessione per la ragazza.

“Ogni volta che guarderai la luna, ricorda che sono io che l’accendo per te… Ogni volta che il suo chiarore ti illuminerà, ricordati di me, che sogno di tenerti stretta tra le mie braccia. L’unico bacio che ci siamo scambiati lo serbo nel cuore come il più prezioso dei tesori. Forse perché so che non ce ne saranno altri. Ti amo.”


Clelia, amareggiata nel non poter ricambiare i sentimenti dell’amico, va avanti con la sua vita sull’isola, e proprio durante una processione nella città vecchia, in mezzo alla folla di fedeli, incrocia lo sguardo del ragazzo più bello che abbia mai visto. Nikiforos è un giovane avvocato appena rientrato a Corfù dopo anni di lontananza a causa degli studi all’estero. Affascinante, passionale, travolgente, Nikiforos è come fuoco vivo per Clelia. Quello che scoppierà tra loro è una passione che sembra non spegnersi mai, ma che anzi va alimentandosi ogni volta che si vedono. Vivono la loro storia nell’ombra e, se in un primo momento può aver reso più intrigante ogni loro incontro, forse nasconde segreti che lo sguardo ipnotico di Nikiforos ha fino ad ora tenuto nascosti.

“A un tratto provava un dolore indicibile. Aveva la sensazione che fosse accaduto qualcosa d’importante, che nel suo universo qualcosa fosse mutato. Niente sarebbe stato più come prima. Gli occhi si riempirono di lacrime roventi, che poi sgorgarono sulle guance. Sentiva il bisogno di rivederlo, di parlargli… di ascoltare la sua voce… di sentirsi di nuovo le sue labbra sulla pelle.”

 
Una saga famigliare in piena regola. Non leggevo un libro del genere da tempo. Coinvolgente, emozionante, declina l’amore in tutte le sue rappresentazioni, indagandole con grande maestria. Non è tanto la storia di Clelia in sé la protagonista, ma le innumerevoli manifestazioni dell’amore, e di come il fato si diverta a giocare con esse.
Clelia la conosciamo bambina, poi adolescente e infine donna. È un personaggio alquanto complesso, con un grande bisogno d’amore e di calore, che crede di aver trovato in Nikiforos. Nikiforos rappresenta per Clelia il proibito, qualcosa di irraggiungibile e difficile da ottenere. È colui che provoca in lei emozioni intense, potenti, quella scossa di vitalità e di pericolo che la fanno sentire viva, finalmente donna. Dall'altro lato Pavlos, tutto l’opposto di Nikiforos, con la sua calma, dolcezza e disponibilità, rappresenta per Clelia quel porto sicuro ed accogliente su cui lei sa di poter sempre tornare. A tratti le emozioni che scaturiscono da queste pagine diventano quasi morbose, pesanti, invadenti, ma sono anche quelle che ci rendono felici o totalmente persi.
Posso dire di essermi arrabbiata a tratti con Clelia, ma ovviamente quando non si è coinvolti in prima persona le cose appaiono molto più nitide di quanto sarebbe altrimenti, e a quanti di noi non è capitato di scambiare l’attrazione fisica per amore? E magari vederci sfuggire di mano quel sentimento vero, antico e rassicurante che è il vero amore? La bravura sta proprio nel capire la differenza tra i due.
Tuffatevi quindi nelle acque cristalline di Corfù, camminate tra le sue viuzze caratteristiche e ascoltate la storia di Clelia e della sua famiglia, e ricordatevi: combattete per l’amore e per la vostra felicità. Non è mai troppo tardi per tornare a sorridere, perché anche quando tutto sembra perduto il fato potrà decidere di farci il regalo più importante della nostra vita.

“Per superare le montagne a volte occorrono rimedi drastici e che quando qualcuno ci sfugge dalle mani, forse la colpa è soprattutto nostra. Ma se troveremo il coraggio di reagire, al termine del percorso troveremo una preziosa montagna di perle.”


Voto storia - 5 Wow! Meravigliosa

Arrivi Tu


Autrice: Karen Morgan

Genere: New Adult

Erin Tilson ha coronato il sogno di andare a una delle più importanti università di New York, la Brown. 
Riesce a instaurare un ottimo rapporto con la sua compagna di stanza Julie, e il suo primo giorno sembra promettere bene. Finché non incontra Carter Dowell: alto, capelli neri e uno sguardo cupo. Lui è bello e dannatamente sexy. 
Carter è un tipo molto scostante ma nonostante tutto Erin ne è terribilmente attratta e quello che li allontana pian piano si dissolve diventando qualcosa di speciale, che cambierà totalmente la loro vita. 
Ma Carter fa parte di un mondo completamente oscuro, di cui Erin non è a conoscenza. 
Qualcosa di grosso comprometterà il loro rapporto, sgretolando completamente l’animo e il cuore dei due giovani.

Estate a Oyster Bay



Autrice:  Jenny Hale

Genere: Romance


Dicono che innamorarsi sia facile. Ma cosa succederebbe se sapessi che l’amore ti spezzerà il cuore? Per Emily Tate, tornare nella casa dell’infanzia a Oyster Bay è come ricominciare a respirare dopo il ritmo affannoso della città. Circondata dalle chiacchiere della sorella Rachel, dai biscotti al burro di Gram e da chilometri di sabbia bianca e soffice, Emily ritrova sé stessa e ciò che ha di più caro. Quando inizia a lavorare nell’elegante Water’s Edge Inn, l’affascinante proprietario Charles Peterson chiede il suo aiuto. Il progetto dell’uomo è espandere l’albergo ma per far questo ha bisogno dei consigli esperti di una persona del posto. Emily accetta e si assume l’impegno di farlo innamorare della sua cittadina. È così che il loro rapporto inizia a trasformarsi in qualcosa di più profondo... Almeno fino a quando i piani di Charles per l’espansione dell’albergo non rischiano di compromettere la bellezza e l’integrità di Oyster Bay. Emily perderà la sua casa e Charles, o riuscirà a salvare Oyster Bay e dare una possibilità al vero amore? Estate a Oyster Bay è la lettura romantica perfetta per l’estate. Un romanzo sull’importanza degli affetti familiari e sulla scoperta dell’amore.

(Non) ti voglio


Autrice:  Christina Lauren

Genere: Romance



Nonostante tutte le probabilità fossero contro di loro, dopo un primo imbarazzante incontro a una festa di Halloween organizzata da un amico comune, Carter e Evie si sono immediatamente piaciuti. Nemmeno il fatto di lavorare per agenzie concorrenti di Hollywood è servito a spegnere il fuoco che è divampato tra i due. Ma quando le loro aziende si fondono, ha inizio una spietatissima competizione per occupare la stessa posizione, e quella che sarebbe potuta diventare una meravigliosa storia d’amore si trasforma in una guerra all’ultimo sabotaggio... Per capire il sadico gioco in cui sono invischiati, come ignare pedine mosse dal loro comune capo, Carter dovrà reprimere la sua indole compiacente e Evie mettere da parte la sua sconfinata ambizione chiedendosi entrambi cosa desiderino davvero dalla vita. Riusciranno a ottenere il loro finale da favola hollywoodiano? Oppure andranno incontro a una dramedy di proporzioni epiche? Un romanzo appassionante, divertente e sincero del duo Christina Lauren al top della sua forma.

Se l'amore ci mette lo zampino



Autrice:  Mhairi Mcfarlane

Genere: Romance

29 Giugno


Aureliana non è mai stata la ragazza più popolare della scuola; anzi, tutti la prendevano in giro per le sue origini italiane e i pranzetti cucinati dalla mamma che si portava da casa. Adesso, a trent'anni, è decisamente cambiata: si fa chiamare Anna e si è trasformata in un bocconcino tutto curve con splendidi capelli, al punto che quando si presenta alla riunione degli ex alunni della sua scuola, nessuno la riconosce. Finché l'adolescente timida che è stata un tempo non torna a farsi sentire e Anna, perso il coraggio di portare a termine il suo piano di vendetta, lascia la festa. Poi, però, il fato ci mette lo zampino, e dopo la riunione la sua strada si incrocia spesso con quella di James, che alle superiori era la sua cotta senza speranza. Ancora oggi Anna non riesce a credere che quell'aspetto fantastico non nasconda impronunciabili lati oscuri, visto che lui, dopo tutto, era amico dei bulli che la tormentavano. Così dai loro incontri casuali e sempre più frequenti nasce un rapporto di amore e odio. Ma cosa si nasconde davvero sotto le apparenze di entrambi?


Il caso della bambina scomparsa


Autore: Mhairi Mcfarlane

Genere: Giallo e Thriller

6 Luglio 

La piccola Fiona è scomparsa all’età di sei anni e non è mai stata ritrovata. L’ispettrice di polizia Marian Dahle è stata parecchio fuori gioco per via del suo delicato sistema nervoso, ma adesso è tornata in servizio e Cato Isaksen le ha chiesto di riaprire le indagini su questo delitto mai risolto. Marian deve ripartire da dove l’inchiesta era naufragata tanti anni prima. Mentre la giovane ispettrice cerca di trovare indizi ancora validi a cui appigliarsi, alcuni uomini vengono rapiti e torturati. Nessuno è in grado di capire quale possa essere la connessione con le indagini che sta svolgendo Marian. Una sola cosa è certa: Marian si è fatta un nemico molto pericoloso. E stanotte lui ha deciso di farle una visita... 

Incancellabile


Autrice:  Dora L. Anne

Genere: Romance

4 luglio


“Si può desiderare qualcuno e al tempo stesso temerne alla follia il tocco?”

Questo è ciò che succede a Blair, attrice di successo giovane e bella, all’apice della carriera.
La sua vita sotto i riflettori sembra scorrere su binari dorati, ma in realtà un episodio terribile l’ha segnata profondamente, talmente a fondo da non riuscire a relazionarsi con gli altri.
Dimenticare il passato sembra impossibile.
Perciò, messa alle strette, si lascia convincere a iniziare un percorso di terapia con Josh Anderson, affascinante psicologo che fin da subito le lascia una calda impronta sul cuore.
Fisico imponente e occhi di ghiaccio, resistergli è davvero un’impresa.
Lui, dal canto suo, ha in mente solo il lavoro e nient’altro, almeno prima di conoscere lei.
Un mese: questo è il lasso di tempo che Blair, oltremodo scettica, è disposta a concedergli.
Riuscirà a ritrovare se stessa?

La maledizione del re


Autore: Philippa Gregory

Genere: Storico

27 Giugno

Con l'ascesa al trono di Enrico VII, la sanguinosa guerra delle Due Rose sembra giunta finalmente al termine. Ma per i Plantageneti sopravvissuti la vita è un filo sottile che può spezzarsi in ogni momento. Per Margaret Pole, l'ultima degli York, quel filo è nelle mani della regina rossa, la madre del re, che vede in lei una rivale pericolosa con il diritto di reclamare il trono. Ben conscia dei rischi che corre, dopo aver visto rinchiudere nella Torre di Londra e poi uccidere i fratelli, Margaret accetta un matrimonio di basso rango per lei, quello con sir Richard Pole, nobile del Galles, alleato da sempre della nuova famiglia reale. Nelle vesti di lady Pole, Margaret diventa dama di fiducia di Arturo, il principe del Galles, e della sua bella moglie, Caterina d'Aragona. E solo la tragica, inattesa e precoce morte di Arturo le restituisce un posto a corte, al seguito della giovane vedova. Che diventa la prima moglie di Enrico VIII. Ma il potere della regina spagnola sul re è di breve durata e Margaret è costretta a scegliere tra l'amata Caterina e il sempre più tirannico Enrico. Sapendo che la maledizione dei Tudor potrebbe avere fine...

Winter. Cronache lunari


Autore: Marissa Meyer

Genere: Fantasy

20 giugno

La principessa Winter è ammirata dal suo popolo per la sua grazia e la sua gentilezza, e, nonostante le cicatrici che deturpano il suo volto, è considerata ancora più bella della sua matrigna, la regina Levana. Winter disprezza la regina con tutta sé stessa, anche perché sa che questa disapprova i suoi sentimenti per l'amico d'infanzia Jacin, la bella guardia del palazzo. Ma Winter non è così debole come pensa Levana. Da anni, infatti, sta cercando di minare il potere della regina. Insieme al cyborg Cinder e alle sue alleate, Winter potrebbe riuscire a diventare tanto forte da dare inizio a una rivoluzione e porre fine a una guerra che infuria ormai da tanti, troppi anni.

La ragazza delle ciliegie


Autore:  Laura Madeleine

Genere: Narrativa Contemporanea


20 giugno

Inghilterra, 1919. La guerra è finita da poco, ma la sua fine non sembra aver portato la pace nel cuore della giovane Emeline Vane. In quell'anno, infatti, Emeline, diciannove anni e volontà di ferro, scompare, lasciandosi dietro il fratellino per cui pure provava un amore sconfinato. Cinquant'anni dopo, Bill Perch è un giovane avvocato a cui viene chiesto di provare legalmente la morte della signora Emeline Vane, unico modo perché i suoi due nipoti possano finalmente ereditare la tenuta nel Norfolk appartenuta alla zia. È così che Bill parte per Hallerton; lì, si ritrova tra le mani le pagine sottili e consunte di un vecchio diario, quello che la ragazza aveva scritto prima della sua scomparsa. Una storia che spezza il cuore, tanto che il giovane avvocato decide di scoprire tutta la verità sulla vita di Emeline, invece di limitarsi a cercare prove della sua morte. La sua ricerca lo condurrà al sud, nella Francia meridionale, in un incantevole paesino dei Pirenei, Cerbère. Scoprirà che lì, nel posto dove crescono le ciliegie, Emeline aveva ritrovato la voglia di assaggiare la vita e viverla fino in fondo...

Il prigioniero della polvere


Autore: Federico Inverni


Genere: Giallo e Thriller


27 Giugno

È da poco passata l’alba di un afoso giorno d’estate quando Anna Wayne sente il sangue raggelarsi nelle vene. Chiamata d’urgenza in una villa sontuosa e futuristica del quartiere più lussuoso di Haven, Anna si trova di fronte alla scena del crimine più crudele e, allo stesso tempo, intricata che abbia mai esaminato nella sua carriera di profiler.
A complicare le indagini c’è anche il fatto che le vittime sono celebri: l’architetto Silaluk è un personaggio di spicco del panorama culturale di Haven, nonostante la riservatezza che da sempre ammanta lui e la sua famiglia.
Una famiglia che, adesso, non esiste più, sterminata secondo un macabro rituale.
E forse stavolta Anna non potrà contare sulla consueta lucidità e sul freddo acume dell’agente Lucas. Perché qualcosa, in quel delitto, lo tocca da vicino, da troppo vicino. E rischia di mandare in frantumi il suo già fragile equilibrio... Con conseguenze imprevedibili.

Arrivederci tra le stelle


Autrice:  Jack Cheng

Genere: Narrativa

28 Giugno

Alex Petroski ha undici anni e un'ossessione: il cosmo. Vive con la madre e un cane che si chiama Carl Sagan come il suo mito, l'ingegnere della NASA che ha progettato il Voyager, che trasporta nello spazio profondo il Disco d'oro con incise le voci e le immagini della Terra ad uso degli alieni. In omaggio a Sagan, anche Alex ha deciso di comunicare con gli extraterrestri, e affida al suo iPod la sua personale visione (a puntate) della vita sul nostro pianeta. Naturalmente è la vita secondo Alex Petroski, che non esita a scappare di casa col suo cane per andare a un convegno di costruttori dilettanti di razzi in Texas e del suo viaggio fa una cronaca puntuale e stravagante quanto le persone e le situazioni in cui si imbatte. Adottato da una piccola comunità di nerd come lui decisi a fargli ritrovare il padre che vive a Las Vegas, Alex farà della sua missione on the road un'occasione straordinaria per osservare da vicino gli esseri umani, compresa una scatenata sorellastra più grande, Terra, che sbuca dal nulla. Ma a un certo punto Carl Sagan (il cane) scompare...